giovedì 24 gennaio 2019

MANDARINO IBRIDO VALLEY GOLD MOLTIPLICATO DA COVIL SU LICENZA CITRICOM Limited.




MANDARINO IBRIDO VALLEY GOLD®
a maturazione tardiva
Protetto da brevetto
Numero di Registrazione UE PBR ARCCIT1615

Moltiplicato dai Vivai Tommaso La Malfa (COVIL) su licenza CITRICOM Limited.



Informazioni

Ibrido. Deriva dall’impollinazione manuale del mandarino tangor Ellendale x tangerino Robin, realizzata nel 1980.
L’apirenia del frutto è stata indotta con irradiazione.

Origine: selezionato in Sud Africa nel 1992, presso l’Istituto di Ricerca ARC-ITSC, Addo Research Station, Addo, Eastern Cape.


I.P. Manager: la gestione della Proprietà Intellettuale è affidata a CITRICOM IP di Stellenbosch, Sud Africa, per i territori di Unione Europea, Marocco, Stati Uniti, Brasile, Messico, Cile, Perù, Uruguay e Nuova Zelanda.

Proprietà: l’ibrido è di proprietà dell’Istituto di Ricerca ARC-ITSC in Sud Africa.

Pianta: le piante sono di vigore medio, presentano portamento assurgente, forma cilindrica e sono prive di spine.
Fiori: la fioritura è abbondante e la percentuale di allegagione è elevata.

Frutto: i frutti presentano una pezzatura uniforme e calibro da 55 a 75 mm di diametro. 


La buccia è di colore rosso intenso, molto resistente all’alta umidità e alle pioggie abbondanti.

Circa l’80-90% del totale dei frutti presenti su una pianta sono idonei alla commercializzazione. L’albedo è molto sottile e la sbucciabilità è buona.


Il colore della polpa è aranciato intenso.
Negli impianti totalmente isolati i frutti sono apireni. Qualche seme, da 1 a un massimo di 3, è possibile ritrovarlo su alcuni frutti delle piante poste nelle vicinanze di specie impollinatrici come Clementine o mandarino Nova.
misurazione con rifrattometro del contenuto zuccherino dei frutti di Valley Gold in campo
19 gennaio 2019 - 13,5 gradi Brix

Periodo di raccolta tardivo: da metà gennaio fino a metà febbraio. Il succo mantiene un buon equilibrio zuccheri (13-16 gradi Brix) /Acidi (1,5-1,0%) fino a marzo.

Conclusioni. Dal punto di vista produttivo la pianta è molto generosa e costante. A partire da 15-20 kg/pianta dal terzo anno, fino a stabilizzarsi su 70-80 kg/pianta dal settimo-ottavo anno. Si consiglia di impiegare portinnesti Citrange Carrizo o Forner Alcaide N. 5 e ricorrere ad una densità di impianto di 800-900 piante/ha pari ad un sesto di 4,5-5,0 m tra le file x 2,0-2,5 m sulla fila.


Da sinistra Giuseppe Di Natale e Tommaso La Malfa vivaisti Consorziati del CO.VI.L.

Ibrido protetto da brevetto registrato in EU con PBR ARCCIT1615 e moltiplicato dai Vivai del COVIL, in esclusiva per l'Italia, su licenza CITRICOM Limited.



Per info su condizioni di contratto, sulla varietà e per prenotazioni piante:

Vito Vitelli +39 339 25 11 629
Tommaso La Malfa +39 334 35 13 880


Eventi divulgativi organizzati con la partecipazione:

Nessun commento:

Posta un commento